giovedì 5 agosto 2010

Amore Eterno cap 2!!

Ecco qui il cap 2!!Buona lettura

























Cap 2
Il giorno seguente io e Kate, ci recammo a Seattle.Alla casa, di cui lei mi aveva fatto a me il regalo, per aspettare Esme.
Pov Edward.
Esme e Alice erano partiti.Decisi di seguirli.Non mi importava che Alice avesse capito.Volevo, vederla.Per la prima volta provai, un emozione umana.Eccitazione e voglia di vederla, erano le cose a cui stavo pensando.Lei mi suscitava emozione.Andai, partii con la mia volvo.Arrivato, la parcheggiai in modo che lei non poteva vederla.Scesi dall' auto.
Pov Stella
Esme arrivò , e non era sola.Scese dalla macchina,con una personcina, di bassa statura, come lo ero io, capelli neri, occhi giallo dorato.Era elegante.Io avevo a dosso un paio, di Jeans e una maglietta scollata.
Esme appena mi vide , mi disse.
“Ciao Stella.Questa é mia figlia. Sei bellissima.”
“Grazie..anche tu!!”Mi abracciò e si diresse verso Kate.
Appena arrivò la ragazza, con i capelli neri, si diresse verso si me, era felice.
“Ciaoo sono Alice Cullen.”mi abbraciò “sono la figlia di Esme.Tu devi essere..”
“Stella Alice Stevens..piacere..mio”
iniziammo a parlare.Parlammo di moda, shopping e della mia passione nata da poco per le auto.
“Che auto ti piacerebbe?”
“Una volvo, blu o la porche giallia!”
“Wow, sono entrambe ottime macchine.” rispose
“Io ho il potere di prevedere il futuro e tu?”
“Io di leggere, i pensieri, delle persone in modo profondo.”
“Wow, sei come Edward.Solo che non legge i pensieri in modo profondo.”
Sorrise e Mi prese a braccietto.
Entrammo in casa.La casa era fresca e piacevole.Era ottima per me.Troppo grande ma bella.Ci avrei portato i miei ospiti.
I muri erano bianchi li avrei lasciati, così.La cucina era al lato del salotto.Non ne avevo bisogno ma era uno degli oggetti di scena che servivano per non destare sospetti.
Sentivo, dei pensieri, non son di chi erano, non erano ne di Esme, ne di Alice, e ne di Kate.Erano di un uomo.Ci stava guardando da fuori.
Al posto delle porte ci erano delle finestre di legno.Sopra c'erano due stanza,una sarebbe stata la mia stanza, e l' altra la stanza degli ospiti talmente era grande.Raggiungemmo le ragazze.
“Ora che abbiamo visto la casa.Ora di fare shopping!!”
“Siiii!!Evvivaaa” rispondemmo ell' unisono e scoppiammo a ridere.
Avevo la strana sensazione,che qualcuno mi seguisse.Sarà un impressione sbagliata, ma sentivo i suoi pensieri.Chiunque fosse, era qualcuno, di certo un vampiro..Prima o poi si farà vedere.
Pov Edward.
Avevo seguito Esme e Alice , senza farmi vedere.Lei non riusciva a vedermi.Riuscivo a percepire i suoi pensieri.Fiutavo un certo filling con la persona.A lei piacevano le macchine.Oltre a essere intelligente, sportiva aveva anche Lei il potere di “leggeva la mente , ma nel profondo “ aveva detto..interessate, una mia simile che ha il mio stesso potere, ma con una potenzionalità più profonda.la seguii con i pensieri, per il tour della sua nuova casa.Era bella, quasi uguale alla nostra ma più piccola.Finalmente la mia curiosità venne appagata.La vidi e ne rimasi..ammaliato.Era bellissima, aveva gli occhi, giallo dorati, come il resto della mia famiglia.Rastai immobile a contemplarla.Avevo deciso l' avrei conosciuta, ma quando?Dovevo aspettare che lei venisse da me..mi sembrava giusto, per non destare , sospetti.Potrei tornare, quando sarà tutto a posto.Posso fare di meglio , posso aiutarle a mettere i mobili.Si , farò finta di passare di lì.Il cellulare, mi squillo, era mio padre.
“Ciao papa!!”
“Ciaoo ho ottime notizie , Stella può iniziare a lavorare domani.Potresti andare a dirglielo!!”
“Si certo.”
Ottima scusa.L'avrei vista da vicino.Ora stava uscendo , avevo sentito che andavano a fare shopping!!Meglio che vada adesso o ora mai più!!!
Pov Stella
Uscimmo da casa.Alice, era in trance, gli occhi vaqui , sembravano che fissavano il vuoto!!Mi spaventai.
“Alice, che cosa succede?”
“Ho avuto una visione.Una splendida visione.Mio fratello ci raggiungerà ha una bellissima, notizia per te mia cara!!”mi diede un bacio.
Attendemmo.Finche , non arrivò, aveva una splendida volvo grigia.Era bellissima.Il ragazzo che scese, era bellissimo, pallido,capelli rossicci, occhi giallo dorati,vestito molto alla moda.
Venne verso di noi, io ero affascinata, non mi accorsi che era di fronte a me e mi porgeva la mano. “Ops..scusami, sono Stella Alice Stivens e tu sei il fratello di Alice?”
“Niente” si mise a sorridere “sono Edward Anthony Masen Cullen,si sono il fratello del mostricciattolo, qui presente.Spero che non ti abbia annoiato?”
Lo stavo guardando, mi perdevo nei suoi occhi.Erano bellissimi.
“Fratellino, non dovevi dire, una cosa a Stella.”
“Giusto..mio padre, ha detto che puoi iniziare con lui come sua infermiera!!”
“Davvero..come sono contenta!!”
Un sogno che si sta realizzando.Ero felice.Sbaglio o Edward mi guardava.
Non sbagliavo lui mi guardava.
“Senti se vuoi ti do una mano per la roba, in un giorno si fa presto , se siamo in tanti!!”
“Si ok..vieni con noi, al negozio allora..seguici, e poi avrei bisogno di te e tua sorella per scegliere la mia auto!!”
“Certo” rispose.Il suo sorriso era splendido, mi incantava.
“MM , dopo non posso venire, devo vedermi con jazz,ma andate voi” vedendomi triste “ .La voglio poi vedere la tua macchina.”
“Va bene!!”risposi
Salimmo sulle macchine e ci recammo in più negozi, per acquistare la roba, e notai un leggero interesse da parte di Edward verso di me.
Scelti tutti i mobili li portammo,in casa, Alice mi aiutò a sistemarli, Edward, mi mise, i quadri, sulle pareti.Arrivò la sera, e la giornata era passata in fretta e avevamo finito di sistemarla.I negozi di auto saranno chiusi.Ma Edward, si avvicinò e mi disse.
“Non sono chiusi fede, ancora sono aperti, possiamo andare!!”
“Come lo sai?”
“Sono le sei del pomeriggio!!”
“Di già!!”
“Si ed è ora che mi dilegui!!” disse Alice
“OK.Grazie Alice.E' passato troppo infretta la gionata!!”
“Grazie a te.Ci rivediamo molto presto.!!” mi diede un bacietto
“Contaci!!”
“Andiamo esme.” disse Alice rivolgendosi a Esme
”Arrivo saluto Stella”
“Ciaoo Stella, ci vediamo presto.Abbiamo arredato molto bene la casa.Hai un buon gusto”mi diede un buffetto e mi abbracciò-
“Ringrazia Carlisle, per il lavoro.Sarò domani, all' ospedale!!”
“Si certo!!Passa una buona serata, con mio figlio!!”
“Grazie,Buona serata!!”

Pov Edward.
Mia mamma era uscita.La casa eravamo riusciti ad arredarla.Era bellissima.Aveva un ottimo gusto.Si volto verso di me e mi chiese.
“Dove si va?”
Mi sorrise.Il suo sorriso, per me era l' aria che mi arrivava nei polmoni.
“Sai, so davvero, un posto bellissino, dove prendere una macchina.Che genere di auto ti piacerebbe?”
“Amoo le volvo, come la tua, ma di colore blu.!!!”
“Allora ho il posto che fa per te.”
Le presi la mano, tra le mie, la portai in macchina.Qundo le toccai le mani, mi arrivò una scossa come l' elettricità.Non ci badai.
La feci salire.
“Che mi dici?”
“Bhe, sono stata per un periodo molto lungo dal Clan di Denali, prima di vivere da sola.Mi piace la musica classica, mi piace debbussy, la canzone Claire de Lune.Mi piace leggere.Mi piacerebbe suonare il pianoforte.Mi piace il cinema.e di recente le auto. a te?”
La guardavo, mentre parlava,le labbra erano bellissime, si muovevano a ogni sillabe, che venivano pronunciate.Mi affascinava.Avevamo gli stessi gusti.
“Io , la musica debbussy, appunto ,la stessa tua canzone, le auto sportive, leggere,suono il pianoforte e .”avrei voluto dire te mi piaci, ma non era il caso.” il cinema, e cacciare i puma.”
“Cosa? E' anche il mio preferito!!”
“Che coincidenza.!!”risposi
“Ho sentito dire, che sai leggere il pensieri delle personein profondità, e vero?Scusami se te la faccio, pura curiosità, se non vuoi non rispondere!!”
gli ho chiesto quello perchè volevo sentirla ancora parlare.
“Bhe , si è vero, ma solo in alcuni momenti che voglio io.Non in tutti!!”
“Stai leggendo nei miei?”
“No!!”
Girai l' angolo la concessionaria, era lì il viaggio era durato troppo, poco.Al ritorno lo avrei fatto durare di più.
Scendemmo dall' auto.
Percorremmo, la strada, per la concessionaria.Corse, in fratta e non capìì il perchè era andata di corsa, alla vetrina aveva visto la macchina, la volvo blu.Gli piacerà.
“Ti piace?”
“Si voglio quella!!”
Entrammo, il commesso, ci fece vedere il modello.Lei ci salì sopra.Quanto era graziosa, quando saliva in macchina.Era contenta.Usci dalla macchina.
“La prendo subito!!Ecco la somma che richiede!!”
Gliela diede in contanti.La prese subito.Mi trascinò dentro, la macchina.Entrai insieme a lei.Accese in motore, il commesso, apri le porte.Partimmo, la mia volvo, era parcheggiata,a qualche chilometro, di distanza dalla concessionaria.In quel momento non aveva importanza, l' importante che ero con lei.Facemmo il giro, scoprìì che guidava bene.Mi riportò all' auto.
Scesi, ero felice.Mi accompagnò alla mia, auto.
“Grazie” mi abbracio, quasi saltandomi adosso, sentivo la sua pelle, della stessa temperatura della mia.Avrei voluto che quell' abbraccio non finisse.Mi baciò sulla guancia.
Salìì, in macchina, la scortai fino a casa sua, volevo che fosse al sicuro.Arrivati, a casa sua , parcheggiò l' auto e venne da me.
Mi sorrise.Risposi al sorriso.Mi persi in quei occhi.Era da molto, tempo, che non provavo una emozione così, intensa.Mi sembrava di essere in paradiso
.
Pov Stella.
Lo feci entrare in casa.Non volevo che se ne andasse.Volevo che restasse.Lui entrò.
Si accomodò sul divano, e mi aspettò.
Ero felice.Era da tempo che non ero così felice e con lui mi sentivo in paradiso.Tornai, in salotto.Lui fissava, il camino.
Mi sedetto accanto a lui.
“Ehi, tutto bene!!”
“A posto.Tutto ok!!Solo,che oggi ho passato una bellissima, gionata con te.Non voglio tornare a casa.”
“Resta pure, non te ne andare.Ho passato la mia migliore giornata di tutta la mia vita.!!”
“Daccordo!!”Si voltò di scatto, il suo viso si stava avvicinando, al mio.
Mi abbracciò.Un abbraccio, forte e intenso.
“Mi piaci, Stella.Non so se provi il mio stesso sentimento.Dopo novantanni, mi sono innamorato.Il mio cuore inizia a battere.” si alzo “Meglio che vada!!”
oh mi dio, provo la sua stessa sensazione.Devo dirglielo.
Pov Edward
Mi alzai, non valeva la pena stare lì.Mi stavo alzando quando lei mi disse.
“Edward,io provo lo stesso sentimento.Da tanto tempo che il mio cuore non batteva.Mi piaci,Con te mi sento in paradiso!!”
Era la stessa sensazione.Mi voltai verso di lei.La presi, tirandomela a me.Volevo baciarla, ma non era ancora l' ora.
“Voglio che tu venga presto a trovarmi.!!Me lo prometti!!”
“Si te lo prometto.!!”mi sorrise.
Sciolsi,l' abbraccio, mi permise, di leggere, i suoi pesieri, sarebbe venuta anche domani,da me.
“La verità!!”
“Ti credo!!”
“Domani..”gli premetti le dita sulla sua bocca “non dire domani.Quando avrai finito il turno vedrai!!”
“Va bene!!”
Ora é meglio che vada.
“Ora vado!!Ci vediamo presto.Chiamami, questo é il mio numero.Ti ho preso un cellulare.Chiamami.!!”gli dissi
“Grazie , infinite.!!”
“Ciaoo”
“Ciaoo”
era difficile lasciarla, avendo saputo, che tu piace a lei.Ma dovevo tornare.Spero proprio di rivederla.
Feci rombare, il motore.La salutai.Tornai, veloce a casa.Arrivata a casa, posai la macchina e andai di sopra dove tutti attendevano.Erano seduti, e vedendomi felice mi chiesero.
“Come mai così contento?” chiesero Emmet e Rosalie
“Perché il nostro eddy, si é innamorato!!”arrivo Alice tutta pimpante
Io ero in imbarazzo.
“Davvero .Sentiamo, di un umana?”
“No, emmet, é una vampira.Si chiama Stella Alice Stivens” risposi
“Io lo vista, e diveteremo ottime amihe!!Può darsi che venga domani.”
“Domani!Wow conosceremo la tua ragazza!!uuuu”
“Emmet, piantala.Non fare il buffone, se domani, viene!”
“Ok , capo!!”
Mio padre, ritornò dal lavoro.Esme gli diede la notizia.
“Sono contento per te figliolo.Lei sarà in turno con me quindi domani, la porterò, qui da noi!!”
“Siiiiiiiiiii”rispose Alice “Vedrai Jasper, l'adorerai anche tu.Ci ho passato mezza gionata, la trovo simpatica.!!”
“OK amore domani, ti dirò qualcosa.”rispose
Spero, che la giornata di domani, sia bellissima.Non mi preoccupa tanto di Jasper e Alice ma di Emmet.Cosa gli farà quando sarà qui? Lo scoprirò non vedo l' ora di vederla.

Pov Stella.
Stavo seduta nella mia camera , con la musica si Debbussy, Claire de lune, e a leggere un libro, Orgoglio e pregiudizio.Pensavo ad Edward.Ogni istante.Si sarei andata a trovare gli altri Cullen a fine turno.Era deciso.Passai la notte, a leggere.Finche l' alba del nuovo giorno arrivò!!!

4 commenti:

  1. BellaCullenita5 agosto 2010 18:18

    bellissimo... nn vedo l'ora di sapere il seguito... ma ad un certo punto hai chiamato Stella con il nome di Federica, come mai??? cmq brava e facci sapere presto il seguito!

    RispondiElimina
  2. mentre scivevo avevo pensato al nome di stella e provvisoriamente avevo messo federica..ma poi lo cambiato..ok..posterò appena possibile il 3 capitolo..sono felice che ti sia piacuto!!!

    RispondiElimina
  3. BellaCullenita5 agosto 2010 21:16

    grz 6 troppo gentile... ho una voglia matta di leggerlo...morsettini

    RispondiElimina
  4. Mi è pi8aciuto tantissimo!!!!! Ma nn sn abituata ad immaginare Edward con una ragazza diversa da bella O.o Dai posta l'altro capitolo!!! <3

    RispondiElimina